venerdì 15 maggio 2015

Indulgence i nuovi Rossetti di Avon -#allascopertadiavon


Ormai vi sarete abituate alle mie improvvise sparizioni ma giuro che ci sto provando ad essere più costante. Il problema è che in questo periodo sono super impegnata, esco la mattina presto e sto tutto il giorno fuori e quando rientro la sera, sono onesta, non ho la forza per mettermi davanti al pc. Per non parlare degli swatches, andando sempre di corsa non sono più riuscita a scattare delle foto.

Ma piano piano cercherò di recuperare, promesso.

Iniziando sin da oggi con una review su dei rossetti - la mia nuova ossessione nel campo beauty.
Se mi seguite su instagram - mi trovate come @francescalove24 - avrete sicuramente visto che tempo fa ho ricevuto alcuni best seller di Avon, tra cui proprio due rossetti.



Vi confesso subito che sono i miei prodotti preferiti, ragion per cui ho deciso di parlarvene.

Sto parlando della nuova linea di rossetti Indulgence di Avon. Si tratta di rossetti particolarmente idratanti grazie alla loro formula con gel impalpabili che regalano una texture cremosa e al hydra complex, che avvolge le labbra idratandole.
Quello che mi ha colpito è l'effetto glossy sulle labbra e il colore intenso e a lunga durata.
Generalmente infatti, i rossetti molto idratanti tendono a svanire presto.

Non questi, o almeno non su di me. Confortevoli, colore pieno e vibrante e a lunga tenuta. Cosa volere di più?

Sono rimasta davvero soddisfatta e piacevolmente colpita. Non avevo ancora provato la linea comestica di Avon ma se queste sono le premesse direi che è tempo di rimediare.

Ho provato due delle venti nuance disponibili, il Red Tulip e il Poppy Pink.

Red Tulip è un rosso fragola davvero intenso e brillante, un "rosso rosso" come lo definisco io e decisamente elegante.

Poppy Pink invece è un fucsia intenso.

Entrambi si stendono perfettamente e lasciano le labbra super idratate. Come v anticipavo qualche riga più su, anche la loro durata è davvero ottima nonostante siano così idratanti.

Promossi a pieni voti. E voi li avete provati? Fatemi sapere cosa ne pensate e qual è il vostro preferito.


Poppy Pink

Red Tulip

Followe me to:

 

Casting Creme Gloss

mercoledì 22 aprile 2015

Review || Casting Crème Gloss - Nero Ciliegia

Chi mi conosce sa quanta diffidenza io abbia nei confronti del parrucchiere, saranno state le mille delusioni e brutte esperienze che negli anni ho subito, sarà quello che volete ma onestamente quando posso cerco di fare tutto da me.
Come con le colorazioni. Ormai ho acquisito una certa esperienza e ogni volta ottengo risultati impeccabili.

L'ultima colorazione che ho provato è stata Casting Crème Gloss di L'Oréal, un colore trattamento senza ammoniaca che promette di durare sino a 28 shampoo.

Scheda Tecnica:
Nome: Casting Crème Gloss
Brand: L'Orèal
Tipologia: colorazione permanente per capelli senza ammoniaca
Colorazione: 360 - Nero Ciliegia
Quantità: Tubo crema colorante 48ml; tubo di latte rivelatore 72ml; Trattamento Nutri-Shine alla Pappa Reale 60ml
Costo: circa 10€
Reperibilità: supermercato

Casting Crème Gloss è formulata per coprire perfettamente i capelli bianchi senza aggredirli, inoltre dona ai capelli diverse sfumature rendendoli naturali e brillanti.

All'interno della confezione sono presenti:

  1. Tubo di crema colorante
  2. Tubo di latte rivelatore
  3. Trattamento Nutri-Shine alla Pappa Reale
  4. Foglietto illustrativo con un paio di guanti




Avvertenze prima dell'uso:
Se è la prima volta che utilizzate il prodotto (regola che vale per TUTTE le colorazioni) vi consiglio di effettuare un test rivelatore di allergia. 
Nel foglietto illustrativo è spiegato benissimo come fare, ad ogni modo eseguite il test 48h prima di colorarvi i capelli. Con un cotton fioc applicate uno strato sottilissimo di crema colorante (quella all'interno del tubetto) in un angolino di pelle (loro consigliano dietro al gomito). Se non avrete alcun tipo di reazione allora potrete procedere tranquillamente.

Come si applica:
Per prima cosa dovete svitare il flacone applicatore e aprire subito dopo il tubetto contenente la crema colorante e spremere tutto il contenuto all'interno del flacone applicatore.
Dopo aver chiuso per bene il flacone applicatore, agitate energicamente finché gli ingredienti non si saranno amalgamati per bene.
Per evitare di macchiare i vostri vestiti, vi consiglio di indossare una vecchia t-shirt e di usare vecchi asciugamano.
Un consiglio che posso darvi è quello di applicare della crema idratante all'attaccatura dei capelli e dietro le orecchie in modo da evitare di macchiarvi la pelle con la colorazione.

A questo punto siete pronte per iniziare. Io divido i capelli umidi in sezioni parto dalla parte centrale della nuca. Mi aiuto con il beccuccio del flacone e in questo modo l'applicazione risulta abbastanza agevole, applico il prodotto sulle radici (cercando di coprire per bene tutti i capelli bianchi) e poi lo stendo anche sulle lunghezze. Procedo così, ciocca a ciocca, sino a quando non ho completato tutta la testa e per far penetrare meglio il prodotto, effettuo un massaggio sia sulla nuca che sulle lunghezze.

Lascio riposare per circa 20 minuti e poi risciacquo abbondantemente.
Una volta risciacquato tutto il prodotto, applico il trattamento alla Pappa Reale e lo lascio agire per circa 5 minuti prima di procedere con l'ultimo risciacquo.

Risultato:
Io avevo i capelli castano con qualche riflesso rosso, frutto della maschera riflessante che ho usato nell'ultimo periodo. E dato che sono nel pieno della fase "rosso a go go", ho scelto il colore Nero Ciliegia n 360
Ho ottenuto un colore pieno e ricco di sfumature sul rosso mogano.
I capelli inoltre sono subito apparsi più corposi e morbidissimi tanto che il trattamento alla Pappa Reale (che non occorre utilizzarlo tutto in una volta), sto continuando ad usarlo dopo ogni shampoo per avere i capelli morbidi e lucenti.
Una cosa che ho molto apprezzato durante l'applicazione del prodotto è che non è stato per nulla aggressivo sulla cute. Generalmente con le classiche colorazioni (anche dal parrucchiere) avverto sempre un pizzico di bruciore o prurito, mentre con Casting Créme Gloss, no.

Uno dei risultati che maggiormente speravo di ottenere, era la totale copertura dei capelli bianchi (sono ancora pochi ma ahimè, ci sono). E fortunatamente le mie aspettative sono state esaudite. I capelli bianchi sono stati coperti alla perfezione.

Il prodotto inoltre, promette di rimanere brillante sino a 28 shampoo. Io ne ho già effettuati diversi (almeno una dozzina) e devo ammettere che fino ad ora, i riflessi sono rimasti intatti. 

Sono rimasta davvero soddisfatta e credo proverò altre colorazioni. Voi l'avete mai provata? Raccontatemi la vostra esperienza e quale colore vi ispira di più.
Tutte le colorazioni disponibili













*Post realizzato in collaborazione con Blogger Italia


Followe me to:

 

Casting Creme Gloss

sabato 4 aprile 2015

Easter Nails || Un nuovo video sul canale Serendipity


Della serie "A volte ritornano", sul canale Serendipity io e Sara abbiamo pubblicato un nuovo video.
Ho realizzato una nail art a tema "pasquale", semplice e veloce da realizzare.





Qui trovate il tutorial (scusate per la qualità bassa della ripresa ma ho dovuto registrare il video con il telefonino ma ad ogni modo i passaggi sono chiari)

Vi serviranno solo 3 smalti, un dotter ed un pennellino dalla punta sottile.
Io ho usato i nuovi Smalto Gel di Deborah, in particolar modo i numeri 13 - 19 - 21.







♡ Followe me to: ♡ 



mercoledì 1 aprile 2015

Faby Music - La nuova collezione per la primavera/estate 2015 di Faby Line



Faby ha lanciato la nuova collezione Faby Music ispirata al sound di quattro generi musicali: Pop- Country - Rock - Soul.

Può la musica essere colore? Possono i colori accordarsi con una singola nota o con una melodia? La collezione Faby Music racconta con le sue tonalità quella corrispondenza di sensi che aveva colpito profondamente il pittore russo Kandinsky: l’armonia tra il suono e il colore. Nelle canzoni mentre il panorama scorre, nelle note rarefatte di una melodia, nei ritmi delle notti d’estate, Faby immagina le emozioni che vibrano nella musica e sceglie i colori che con quelle note e quelle sensazioni si armonizzano. Colori tenui dalle tonalità raffinate per i suoni cristallini, colori pieni e vivaci per la musica più frizzante, mentre le note profonde e ritmi rock si rispecchiano nelle nuance più scure e decise.
Dodici colori vibranti ed allegri, perfetti per la stagione estiva.

Io ne ho provati tre ma ammetto di desiderarli tutti.


Wembley '86 - Blu  cangiante con glitter che tendono al rosa. Frosted
Necessita almeno di due passate per essere intenso. Si applica facilmente e si asciuga in pochi minuti.






Marrie Me Robbie!! - Giallo intenso. Cream
Tra i tre, è il più difficile da stendere perché risulta leggermente pastoso. Necessita di due applicazioni per risultare pieno ed omogeneo.





Rockabilly - Verde cangiante con riflessi dorati. Shimmer
Anche questo colore necessita di due passate per non risultare "trasparente". Ha dei bellissimi riflessi dorati, si stende facilmente e si asciuga abbastanza velocemente.





Ho effettuato tutte le foto senza applicare il top coat per farvi vedere meglio i differenti finish.
Per quanto concerne la durata, è la solita dei smalti Faby. Circa 4 giorni nelle classiche condizioni da casalinga disperata in cui ci troviamo spesso noi donne.
Cosa pensate di questa collezione?



♡ Followe me to: ♡ 




domenica 29 marzo 2015

The Spring Sparkling Challenge - Brights up your skin!


Lo scorso autunno ho provato  a partecipare alla famosa challenge autunnale indetta da Consigli di Makeup e What's in my bag ma per impegni vari (leggasi trasloco) non sono riuscita  a portarla  a termine. Poi è stata la volta di quella Natalizia ma per le stesse motivazioni (sempre il trasloco) e per la mancanza di connessione non ho potuto prendervi parte. Dite che questa sarà la volta buona? Spero di si.

Come al solito si tratta di occuparsi di cinque tematiche differenti riguardanti la Primavera ( appuntamento fisso per le prossime 5 settimane). Può partecipare chiunque ne abbia voglia e in più verrà creata un'apposita board su pinterest per raggruppare tutti gli articoli scritti.

Il tema della prima settimana della challenge è la skincare primaverile.
Fondamentalmente la mia beauty routine non subisce cambi drastici tra l'inverno e la primavera perché la mia pelle tende ad avere sempre le stesse esigenze (discorso diverso in estate quando necessità di maggiore idratazione).

Io ho la pelle mista tendente al grasso quindi cerco sempre di purificarla e di utilizzare prodotti che tengano sotto controllo il sebo. Ma avendo superato gli -enta, ho bisogno anche di idratazione se voglio prevenire le rughe per cui quello che faccio è di alternare prodotti astringenti a quelli purificanti. E una volta a settimana effettuo una maschera anche in questo caso alternando quelle idratanti a quelle astringenti. In questo modo ho notato che riesco a tenere a bada il sebo e l'insorgere di punti neri o brufoletti e al tempo stesso mantengo la pelle idratata e ben nutrita.

Ed è quello che faccio tutto l'anno - certo ci sono periodi in cui prende il sopravvento la pigrizia.

Primo step: Detergere il viso
E' importantissimo lavare il viso con prodotti ad hoc che aiutino a purificare e pulire in profondità l'epidermide senza aggredirla. In questo periodo sto testando dei nuovi prodotti dell'Aveda tra cui proprio un latte detergente della linea Botanical Kinetics. Di solito cerco di alternare questo prodotto con un sapone vegetale come il sapone di aleppo (che non ho fotografato perché in condizioni ormai pietose) soprattutto in certi giorni in cui magari noto qualche piccola imperfezione.

Secondo Step: Riequilibrare il PH della pelle
Una volta deterso il viso uso subito un tonico per riequilibrare il ph della pelle e ultimamente sto usando la celeberrima Acqua di Rose della Roberts. A dispetto di quanto letto in precedenza, questa acqua alle rose ha un inci abbastanza dignitoso (non si tratta però di un prodotto bio o naturale al 100% ma a me piace) e lascia la pelle davvero idratata e luminosa. Non so come abbia fatto a vivere senza sino ad ora.

Terzo Step: Idratare
Avendo ormai superato gli -enta, ho bisogno di idratare la mia pelle anche se grassa perché non vorrei svegliarmi una mattina con ben visibili i segni del tempo che scorre sul mio viso. Per cui, dato che ho la pelle mista/grassa, quello che faccio è alternare i prodotti. A volte mi è capitato di usare creme astringenti durante il giorno e riservare quelle più nutrienti per la notte. Ultimamente però sto usando solo un prodotto che nutre senza appesantire troppo. Si tratta dell'Idratante per il viso di Aveda - anch'esso della linea Botanical Kinetics come il detergente per il viso. Una delle cose che però ho preso l'abitudine di fare, è di utilizzare prima della crema un siero. Quando noto che ho la pelle particolarmente grassa uso quello al melograno della Murad (qui trovate la review) altrimenti sto usando un siero illuminante - perfetto per risvegliare la pelle ed eliminare il grigiore - il Natural Serum della Api Vita. Si tratta di un prodotto naturale fantastico. Presto arriverà la review.
Per quanto concerne invece il contorno occhi, attualmente sto usando il contorno occhi effetto lifting di Aloe Beta. Si tratta di un prodotto senza infamia e senza lode, non lo trovo male ma sicuramente non è il miglior prodotto che abbia mai provato. Una delle cose positive è che idrata senza ungere per cui subito dopo posso passare al makeup tranquillamente.

Quarto Step: Maschere specifiche
Una volta a settimana mi concedo delle coccole extra per la mia pelle. Adoro le maschere fai da te ma mi piace provarne sempre delle nuove. Non ne ho una preferita perché le cambio sempre e anche qui, cerco di alternare quelle alla argilla per contrastare punti neri, pori dilatati e brufoli, a quelle più idratanti e anti rughe.











♡ Followe me to: ♡